Simone Oggionni

Sono nato nel 1984 a Treviglio, un centro operaio e contadino della bassa padana tra Bergamo e Milano.
Ho imparato dalla mia famiglia il valore della giustizia e dell’eguaglianza, il senso del rispetto verso ciò che è di tutti. Ho respirato da qui quella tensione etica che mi ha costretto a fare politica.
A scuola e all’Università ho imparato la grandezza della Storia e come essa si possa incarnare nella vita delle singole persone e, ancora di più, in quella delle classi e dei movimenti di massa.
A Genova nel luglio 2001 ho capito che la nostra generazione non poteva sottrarsi al compito di riscattare un futuro pignorato e messo in mora. Per questo – convinto che il partito e cioè l’organizzazione collettiva sia ancora lo strumento più adeguato per cambiare il mondo – dopo aver svolto il ruolo di portavoce nazionale dei Giovani Comunisti, ho aderito ad Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista.

 

Reb Lab

Questo blog ha il senso di una scommessa collettiva: sollecitare una ricerca innovativa ma non liquidatoria sulla nostra identità; stimolare un processo unitario irrinunciabile che rimetta insieme la sinistra politica e sociale e, al suo interno, i comunisti; osare nel rinnovare anche a livello generazionale – nei linguaggi, nelle analisi, nelle forme di lotta e di comunicazione – la politica e i partiti della sinistra rimasti imbrigliati nella sconfitta del secolo scorso. Per questi motivi è un laboratorio ribelle, luogo dell’alternativa: della riflessione e dell’azione militante.

Non quindi un blog personale ma uno strumento a disposizione del nostro progetto, aperto ai contributi di tutti e in primo luogo di quelle intelligenze e di quei soggetti (il nuovo movimento operaio, la soggettività studentesca, le reti antirazziste, laiche, per i diritti civili) che sono il fulcro della trasformazione.

Shares