BLOG

Ott 0
Ott 0

Considerazioni inattuali su Gramsci: sul disastro della sinistra italiana, sulle prospettive

Esiste un indicatore infallibile dello stato di salute della sinistra italiana: è la discrepanza tra la complessità dei problemi storici che stiamo attraversando, dentro una transizione che pone l’umanità di fronte a interrogativi che toccano e trasformano il nostro destino (il rapporto con la tecnologia e la robotizzazione del lavoro, il rapporto tra sviluppo e […]

  Leggi tutto
Feb 0
Feb 0

Ripartiamo da Renato Zangheri, per esempio

Ho vissuto a Imola per un tempo breve ma intenso. Per mille ragioni porto quella città nel cuore. Abitavo a pochi passi dal portone in cui abitava Renato Zangheri. Spesso, uscendo di casa, passavo di fianco a quel portone e al citofono che recava la scritta del suo cognome. E guardavo in alto, in direzione di […]

  Leggi tutto
Nov 0
Nov 0

Perché no a un populismo democratico. Perché sì alla politica e alla sinistra.

Circola da qualche giorno in rete un appello, promosso da un gruppo di ragazzi, ricercatori e attivisti (alcuni dei quali impegnati nel processo di Sinistra Italiana), intitolato “Manifesto per un populismo democratico”. La mia impressione è che non abbia ricevuto sin qui l’attenzione e la diffusione che merita. Il suo pregio è riassumere una serie […]

  Leggi tutto
Gen 0
Gen 0

Ombre e viaggi interiori tra le pagine di Daniela Frascati

Daniela Frascati si è ripetuta. Dopo Nuda Vita, un romanzo struggente, di rara purezza stilistica e di fortissima tensione narrativa, ha pubblicato per Scrittura & Scritture La passeggera. E – se era possibile – si è superata. La prosa è poesia delicatissima, musica che trascina il lettore in un vortice ipnotico. Soltanto questo meriterebbe una […]

  Leggi tutto
Lug 0
Lug 0

Quello che ha in testa la grande borghesia italiana

Leggere Ernesto Galli della Loggia e i suoi editoriali del Corsera è sempre istruttivo. Questa volta è indispensabile per capire cosa ha in testa la grande borghesia italiana o quantomeno una sua parte, rilevante e consistente. Galli della Loggia scrive così: “E’ un fatto: la Germania ha una naturale spinta a primeggiare – e di […]

  Leggi tutto
Mar 0
Mar 0

Cosa può fare l’arte, cosa deve fare il potere

Il testo che segue è il mio intervento alla presentazione del libro di Roberto Gramiccia, Arte e Potere (Ediesse, 2014). Roma, 18 marzo 2015 L’Autore sa che scrivere un libro con un titolo così è poco meno che una follia. Arte e potere sono due temi straordinariamente complessi e straordinariamente complesso è anche il loro rapporto, da […]

  Leggi tutto
Dic 0
Dic 0

A proposito di un genio, di un matematico, di un musicista: Renato Caccioppoli

A differenza di Morte di un matematico napoletano, il film di Mario Martone, Vita di un matematico napoletano. Renato Caccioppoli, la regola e il disordine, di Roberto Gramiccia (EIR, 208 pp., euro 16,50), è un libro che non si occupa solo degli ultimi giorni del grande napoletano ma dell’intero corso della sua vita esaltante e […]

  Leggi tutto
Apr 0
Apr 0

Politica, cultura, egemonia

                                          Sarebbe un errore dare dell’attuale crisi non solo del partito della Rifondazione comunista ma della sinistra di alternativa nel suo complesso una lettura di tipo politicistico ed economicistico. Sappiamo bene che i momenti di […]

  Leggi tutto
Feb 0
Feb 0

Gramsci ridotto a una banale storia di spie

Recensione del libro di Franco Lo Piparo, L’enigma del quaderno, Donzelli, 2013. «La Nuova Sardegna», Cultura e Società, domenica 24-2-2013 Di Gianni Fresu È oramai appurato, in Italia esiste una categoria di studiosi specializzati in indagini sulla presunta conversione politica, quando non anche religiosa, di Antonio Gramsci ai paradigmi del liberalismo. È il caso dell’ultima […]

  Leggi tutto
Nov 0
Nov 0

Gramsci, Trotsky e il tappeto di mele

Frutto del peccato, di tentazione, di perfezione affettiva, di conoscenza e salute. Ma quando 556 mele compongono il testo della lettera inviata da Antonio Gramsci a Lev Trotsky nel 1922 riguardante informazioni sul futurismo italiano, allora l’arte diventa un mezzo politico e la politica una forma d’arte. Per ogni parola un frutto collocato sul pavimento […]

  Leggi tutto